EMERGENZA UCRAINA 2022

 

L’invasione russa sta mettendo a dura prova l’Ucraina che si trova ad affrontare una situazione sempre più precipitosa. A farne le spese sono, come sempre, le fasce più deboli della popolazione, tra cui i bambini.
SOS bambino ha aperto una raccolta fondi per sostenerli e fare quello che possiamo anche da qui.
Dona sul conto corrente: IBAN: IT12D0306911884100000000804
INTESA SANPAOLO SPA Ag. 50524
Conto postale: Banco Posta IT 93 K0760111800000073114563
con causale: emergenza Ucraina 2022
Ogni contributo è fiscalmente detraibile.
Vi terremo informati sulla raccolta fondi e su quello che riusciremo a fare tramite i referenti ed i contatti in loco per questi bambini.
Grazie alla sensibilità di chi vorrà aiutare il popolo ucraino!

IL GIARDINO DI NGALI – GUINEA BISSAU

 

Il progetto vede SOS Bambino I.A. A.P.S. impegnata con altre associazioni ed enti autorizzati in Guinea Bissau, Liberia, Sierra Leone e Niger.

Il progetto è realizzato anche grazie al contributo della Commissione per le Adozioni Internazionali

Per maggiori informazioni sul progetto Vi rimandiamo al sito:  https://www.ilgiardinodingali.it/


CREDIAMO CHE IL CAMBIAMENTO SIA POSSIBILE

Il progetto “Il giardino di Ngali” insiste sulle nazioni dell’Africa Occidentale:

Guinea Bissau, Liberia, Sierra Leone e Niger tra le più povere del pianeta, all’interno delle quali la questione dell’abbandono dei minori è una problematica estremamente grave.

Il nostro obiettivo principale è la riduzione del fenomeno dell’abbandono dei minori nel contesto territoriale oggetto dell’intervento, consentendo la permanenza del minore nella famiglia d’origine o, nel caso in cui non fosse possibile, favorire misure atte a garantire le adozioni internazionali nell’interesse superiore del minore e nel rispetto dei suoi diritti fondamentali.

Si prevede di potenziare i servizi offerti in ambito educativo perseguendo la formazione personale scolastica e professionale, al fine di favorire emancipazione ed autonomia del singolo nella propria vita e sanitario, tramite screening e cure preventive con la collaborazione degli ospedali locali.

Formazione degli operatori di Casa Bambaran

Ragazzini di strada aiutati dal progetto

 

SPERANZA A LEOPOLI – UCRAINA

BAMBINI UCRAINI A RUBANO: LE ATTIVITA’ DI EANET

Venerdì 5 marzo abbiamo incontrato il presidente dell’associazione Lisolachenoncè che si sta occupando del gruppo dei bambini, ospitati dalla Diocesi di Padova, arrivati da Leopoli-Ucraina- dopo l’allarme dato dalla rete EANET dovuto ai bombardamenti che ponevano a rischio i minori.
Abbiamo subito fornito coperte, piumini ed un primo kit alimentare di accoglienza grazie al supporto di volontari e donatori.
Trenta dei sessanta bambini fuggiti dalla guerra sono sostenuti col progetto “Speranza a Leopoli” da SOS Bambino International Adoption, membro della rete, attraverso la formula del SAD ( sostegno a distanza) e da un ulteriore progetto che, cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna e proposto con l’ente EANET, NADIA Onlus, è da poco iniziato e ha lo scopo di sostenere il percorso scolastico, sanitario educativo, abitativo, culturale e ludico di tutti i bambini e ragazzi.

Progetto che dovrà obbligatoriamente subire delle modifiche a causa degli eventi che hanno trasformato i bambini in profughi.

Qui vogliamo rassicurare tutte le famiglie italiane che tramite SOS Bambino sostengono il progetto di sostegno a distanza da anni, che i bambini stanno bene come ci rassicura il presidente Paolo Giurisato che nell’incontro ci ha comunicato che i minori hanno sostegno medico, psicologico, educativo mangiano pasti caldi e socializzano tra loro.

Contrariamente a quanto sembrava sino a pochi giorni fa al momento il presidente ci ha reso noto che non è necessario alcun supporto e ogni dettaglio anche sul piano documentale e giuridico è gestito e risolto.

Siamo soddisfatti di avere potuto fare la nostra parte per la salvezza di questi minori e per la loro prima l’accoglienza anche attraverso l’Associazione Arcobaleno e i suoi volontari sempre della rete EANET

Esprimiamo piena soddisfazione per la solidarietà nata attorno ai minori di casa Blagodat di Leopoli approdati in suolo italiano a causa di una guerra che li vede parte fragile di un popolo minacciato nel proprio territorio e nella propria identità.

Siamo pronti a partire per altre missioni umanitarie per recuperare le mamme coi bambini che ci stanno chiedendo aiuto dalle diverse zone del Paese.

 

Progetto realizzato con il contributo di

SOGGETTO PROMOTORE:

SOS Bambino I.A. A.P.S.

CO-PROPONENTE:
Nadia Onlus http://www.nadiaonlus.it/

PARTNER IN ITALIA:
LEV S.R.L.S
Associazione Internazionale Haiti Integrity Project (A.I.H.I.P) http://www.aihip.org/

PARTNER IN UCRAINA:

Children’s Home Blagodat

ENTE FINANZIATORE:
Regione Emilia Romagna

DURATA:
2021 – in corso

AREA DI INTERVENTO:
Leopoli – Ucraina

 

CONTESTO

A Leopoli, città situata nella parte occidentale dell’Ucraina ai confini con la Polonia, si trova Children’s Home Blagodat; una casa famiglia dedita da 14 anni all’accoglienza e alla crescita di minori in situazioni di difficoltà, e diretta destinataria del progetto di SOS Bambino.
La casa famiglia crede molto nell’importanza di offrire opportunità di crescita che vadano oltre il comune concetto di formazione scolastica. Gli operatori della casa si prodigano infatti per offrire ai loro giovani ospiti un’educazione di qualità, focalizzandosi anche sulla loro crescita dal punto di vista sociale ed affettiva.
E’ in questa visione condivisa che SOS Bambino trova il proprio fondamento all’agire.

 

PROGETTO

Il progetto promosso da SOS Bambino prevede di fornire supporto scolastico pomeridiano e specialistico ai bambini e ai ragazzi ospiti della casa, grazie all’attività di psicologi ed educatori esperti nel campo dell’apprendimento. Si prefigge di sensibilizzare e formare i ragazzi sui temi della parità di genere, sul rispetto delle diversità e sull’empowerment femminile. Il progetto prevede anche l’accompagnamento dei ragazzi ad attività extrascolastiche come visite culturali, gite naturalistiche ed attività sportive. È previsto l’acquisto di viveri e medicinali e la ristrutturazione delle docce e dei bagni della casa famiglia. Obiettivo del progetto è anche la suddivisione delle stanze del dormitorio tra maschi e femmine per offrire una maggiore qualità di vita ai ragazzi ospitati.

 

BENEFICIARI DIRETTI

28 bambini e ragazzi ospiti della casa famiglia Children’s Home Blagodat di Leopoli.

BENEFICIARI INDIRETTI

La comunità sociale più ampia.

 

COSTO

Il costo complessivo del progetto, che corrisponde all’implementazione delle attività sopracitate e al raggiungimento degli obiettivi descritti, è pari a 36.940,00 €.

Per chi desiderasse contribuire alla realizzazione del progetto, è possibile effettuare una donazione libera a sostegno dell’attività di SOS Bambino per

Children’s Home Blagodat.

Facendo i compiti insieme!

Lavorando la pasta

Stanze prima dei lavori

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE

Dal 1° marzo 2022 entra in vigore l’Assegno Unico Universale (AUU) per figli a carico, un supporto economico attribuito ai nuclei familiari su base mensile che può essere richiesto da lavoratori sia autonomi che dipendenti, dal settimo mese di gravidanza fino al compimento del 21° anno del figlio (oppure senza limiti di età in caso di disabilità del figlio).
L’AUU sostituisce le misure precedentemente in vigore di sostegno alle famiglie in presenza di figli a carico. La domanda può essere richiesta a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 30 giugno 2022, per ottenere i pagamenti con decorrenza da marzo 2022 , presentando il modello ISEE aggiornato che garantirà l’erogazione di un assegno commisurato alla situazione economica del nucleo familiare. Diversamente, se non verrà presentato ISEE valido e corretto, si accederà solo all’importo minimo previsto per l’AUU.
La domanda può essere fatta con procedura semplificata accedendo al sito INPS con SPID, CIE o CNS oppure tramite contact center oppure tramite patronato.
Per ogni specifica si rimanda all’informativa INPS disponibile al seguente link :
file:///C:/Users/op03/Downloads/INFORMATIVA%20INPS%20Assegno%20unico%20universale%20(2).pdf

 

GUINEA BISSAU NEWS

Come da notizie uscite sui media locali e da messaggi ricevuti direttamente dai nostri contatti in loco, rassicuriamo tutte le famiglie, amici e conoscenti del dott. Dionisio Cumbà rispetto al tentato colpo di stato avvenuto ieri in Guinea Bissau. Il dott. Cumbà sta bene e ci informa di essere al sicuro.
Essere Ministro della Sanità in un periodo così particolare ed in un Paese come la Guinea Bissau è una grande missione e come tutte le missioni comporta un grande coraggio.
Esprimiamo la nostra vicinanza al dott. Cumbà e alla sua famiglia per l’accaduto.